Un’edizione unica del Festival che torna a Padova!
Per festeggiare l’evento grandi novità, show gratuiti, attività e dimostrazioni direttamente dall’est del continente.
Siete pronti a sentire i tamburi ti taiko e la banda Chin Don? Pronti ad assaggiare l’autentico Mochi giapponese dopo la cerimonia di preparazione classica del capodanno? Divertitevi con i vostri bambini nell’area del teatro vietnamita, con le classiche marionette sull’acqua e dedicate una delle poesie d’amore giapponesi al vostro partner sotto i ciliegi dai petali rosa.

Novità per tutti i gusti vi attendono in queste giornate dal sapore orientale.

 

ATTIVITA’ GRATUITE PER I VISITATORI

Al Festival dell’Oriente, da questa edizione troverete decine di corsi, workshop e attività cui potrete partecipare liberamente, sia nelle aree palchi che nelle varie aree culturali e tematiche sparse per la fiera.
Per partecipare bisogna prenotarsi in anticipo o tramite email all’indirizzo alessandra@festivaldelloriente.net o sui moduli che troverete nelle zone preposte durante il festival, fino ad esaurimento posti.

Per visualizzare tutta l’offerta di corsi gratuiti clicca qui

 

INDOSSA IL TUO ORIENTE AL FESTIVAL  ED ENTRI A PREZZO RIDOTTO!

Quale occasione migliore del Festival dell’Oriente per sfoggiare il tuo abito magari comprato durante il tuo viaggio in Oriente? E allora via ai colori! Kimoni, Hanbok, Sari, Chut Thai, indossa l’Oriente e portalo da noi tra tamburi e bacchette, lanterne e profumi d’incenso. Inviaci la tua foto in abiti caratteristici (NO COSPLAY) prima di venire al Festival, ne valuteremo la qualità e complessità  e potrai entrare gratis o al prezzo ridotto di 8€ !

Invia la tua foto in abito orientale a staff@festivaldelloriente.net

VISITA GUIDATA AL FESTIVAL

Vorreste conoscere i segreti della statua del Buddha? O da dove viene il dragone cinese? Perché i Sari indiani sono così colorati? E l’origine dei giardini Giapponesi? Il Festival dell’Oriente per la prima volta si trasforma anche in museo interattivo, un gruppo di 10 persone verrà accompagnato da una nostra guida all’interno dei padiglioni, alla scoperta della storia, tradizioni e origini dei più grandi simboli orientali e dei loro significati. Le riproduzioni segneranno le fermate del tour, insieme a punti salienti selezionati all’interno delle aree culturali. Verrà fornito un sistema di audio/guida per poter seguire la narrazione e le spiegazioni della nostra guida, proprio come all’interno di un museo.

Per iscriversi potete visitare la pagina delle attività gratuite

QUI

INDOSSA GLI ABITI TIPICI

Lo sapevate che per indossare un kimono è necessaria essere almeno in due? La sua apparente semplicità nasconde secoli di tradizioni, strati di teli avvolti sapientemente per esaltare il corpo umano in modo diverso a seconda della stagione, dell’età, del sesso e dell’occasione.

… il Sari o Saree indiano è creato da un unico pezzo di tessuto lungo cinque o nove metri? Il risultato può essere un abito da lavoro pratico o un elegante abito da cerimonia, a seconda del tipo di tessuto utilizzato e dello stile del drappeggio.

…l’Hanbok, l’abito tradizionale coreano veniva indossato ogni giorno fino a 100 anni fa, ora invece rimane un abito da utilizzare in momenti di festa, occasioni importanti o in cui è richiesta grande formalità.

Al Festival dell’Oriente avrai l’occasione di provare tutti questi abiti, farti vestire dai locali e indossarli per le vie del Festival! Vivi le tradizioni Orientali per un giorno attraverso questa meravigliosa esperienza folkloristica!

LI TROVATE NELLE AREE CULTURALI

CONCORSO GRATUITO FOTOGRAFICO E VIDEO

Da questa edizione del festival partirà, per la durata di un anno, una fantastica occasione per aspiranti fotografi e videomakers!

Gli aspiranti artisti potranno mettere alla prova il loro talento mostrando le loro creazioni al pubblico e cogliere l’occasione di avere le proprie foto/video pubblicati sul nuovo sito nonché  l’opportunità di vincere un fantastico viaggio in Oriente per due persone!

Leggi il regolamento qui sotto!

Per maggiori informazioni clicca qui sotto

Concorso fotografico e video_2020

SCATTA UNA FOTO CON GLI ARTISTI

Non perdere l’occasione di fare una foto con gli artisti! L’organizzazione del festival dell’Oriente vi darà occasione di fare delle foto davanti ad un pannello pre-allestito, al termine delle performance degli artisti, sotto il palco del padglione 4.

Banghra, Taiko, danzatrice del ventre, gruppo Bollywood e molti altri ancora saranno a tua disposizione per alcuni scatti! Potrai poi condividere le immagini sui tuoi social preferiti e ricordarti di questa giornata nei giorni a venire.

Ricorda il nostro tag #festivaldelloriente ci trovi su Facebook e Instagram!

LO TROVATE NELL’AREA PALCO, PADIGLIONE 4

IL SENTIERO DEL BUDDHA

RITUALE DEL BUDDHA BAMBINO

2.586 anni fa, l’8 aprile nel calendario Lunare del 567 a.C., nacque Buddha. Secondo la leggenda, la madre Maya Deva partorì il principe Siddhartha.

Appena nato, il giovane principe fece sette passi e a ciascun passo nacque un fiore di loto sotto i suoi piedi. Poi, con un dito puntato verso il cielo e l’altro a terra, egli disse:

“ Il cielo sopra e sotto la terra, io sono l’Unico da onorare “

La data della sua nascita è il giorno più importante dell’anno per i buddisti. In questo giorno, la gente festeggia il compleanno versando acqua profumata aromatizzata sopra la statua di Buddha. Per questo motivo la festa del compleanno di Buddha è detta: ” Festival del bagno di Buddha ”

La festa del bagno di Buddha è un momento importante che esorta e stimola le persone a riflettere sulla propria interiorità e sull’importanza del bisogno di purificarsi regolarmente nel corpo e nella mente per eliminare  l’avidità, la rabbia e l’ignoranza.

Non perdere questa opportunità, entra nell’area e pratica il rituale, puoi lavare via, paure, angosce, tormenti e tutto ciò che non ti piace!

Leggi di tutte le tappe del percorso QUI

 

WADAIKO AKATSUKI

Costituiti nel 2013 per esprimere il mondo degli strumenti giapponesi con particolare attenzione al taiko e il concetto di “tamburo giapponese in evoluzione”. Membri: Hawk -TAKA-, Tsukamoto Junya, Kondo Reimi, Otsuka Nao.

Hanno vinto numerosi concorsi di percussioni in Giappone tra cui l’ Okaya Taiko Matsuri e Devils Otaiko in Giappone nel 2017.
Taiko, shamisen, shinobue, calligrafia, shakuhachi, in uno spettacolo che sfrutta appieno il koto, mirano a far sentire le persone felici e vitali.

ESIBIZIONI SUI PALCHI

WADAIKO ZINKA

Sono un duo di suonatori di Taiko creatosi nel 2011 e formato da fratello e sorella: Masahiro, che ha studiato le percussioni sin dall’età di 6 anni ed è il compositore e creatore principale delle melodie, e la sorella Ayaka, anch’essa avvicinatasi alle percussioni fin da piccola. I loro concerti di taiko e flauto sono un unione di grande energia con uno spirito di grande legame familiare, conosciuto in tutto l’Hokkaido.

ESIBIZIONI SUI PALCHI

SPETTACOLO DEL MOCHITSUKI

Una performance che vi farà rimanere letteralmente a bocca aperta vi aspetta! Gli artisti del Mochi sono pronti per creare proprio davanti ai vostri occhi increduli la tipica torta Mochi: una torta “appiccicosa” di riso cotto al vapore giapponese!!! Ne esistono due tipi diversi: quella con fagioli rossi dolci e quella con farina di soia con zucchero, tutte e due gustosissime e dalla preparazione veramente spettacolare!

… lo spettacolo è servito!

Spettacoli disponibili tutti i giorni alle:
11.30
14.30
16.30
LO TROVATE NELL’AREA GIAPPONE, PADIGLIONE 1

“WALKING ADVERTISEMENT BAND “CHINDON-GEINOUSHA”

Al Festival dell’Oriente spazio alla musica!!! La banda musicale giapponese “Chindon’ya” è composta da musicisti di strada molto particolari, la loro arte è quella di pubblicizzare negozi ed altri locali, rigorosamente in costume giapponese! Con la loro musica tipica, promuovono anche l’apertura di nuovi negozi, locali ed eventi speciali!

Attualmente, il chindon’ya è raro in Giappone, ma, grazie a questi particolari artisti, al Festival dell’Oriente si potrà assistere e partecipare a questa particolarissima performance unica nel suo genere!

SPETTACOLO ITINERANTE PER IL FESTIVAL

“STREET FOOD ORIENTALE”

Per la primissima volta oltre alla già ricca offerta della zona ristoro sarà allestito un “Villaggio Street Food Orientale” in una zona a parte del Festival. Anche a Padova sarà creata una vera e propria “strada del gusto” dove si potrà passeggiare e gustare alcune delle più conosciute prelibatezze orientali!

Una “villaggio” dedicato all’interno del padiglione ad accogliervi e stupirvi con i mille gusti d’oriente: sushi giapponese, pho vietnamita, ramen cinesi, poké hawaiano, cibo cambogiano e molto altro sarà disponibile in questo villaggio del gusto, come nel vero spirito della tradizione orientale del “cibo da strada”.

Clicca qui per maggiori informazioni

LO TROVATE NEL PADIGLIONE 4

TAMBURI SCIAMANICI IN YURTA PARADISE

Un profondo viaggio attraverso il suono, lasciandosi andare alla vibrazione, trasportando Anima e Corpo al di là della comprensione della mente. Un massaggio sonoro condotto con strumenti antichi e moderni, atto a liberare stati interiori profondi, portando ad una maggiore comprensione di chi siamo e del nostro cammino.

Un ascolto che va oltre il semplice udire, ma che permette alla vibrazione di penetrare il corpo fisico, arrivando ad uno stato di assoluta meditazione. Seguite il suono dei tamburi all’interno della Yurta mongola.

LA TROVATE NEL PADIGLIONE 3

I SIEM – SI (BASTONCINI PROFETICI)

Trovate risposta alle vostre domande! Semplicemente ponetevi una domanda, dinnanzi a voi decine di bastoncini su cui è inciso un numero, prendetene uno e leggete il numero impresso. Quindi recatevi all’albero delle risposte sui cui rami saranno affissi fogli contenenti le risposte alle vostre domande. Al numero di bastoncino corrisponderà il numero della risposta alla vostra domanda.

Presenti presso la Pagoda Thai

LI TROVATE NELL’AREA THAILANDIA, PADIGLIONE 4

NADA YOGA

Una Via per scoprire la voce dell’Anima. Il Nada Yoga è lo Yoga del suono, tradizione antichissima indiana tramandata oralmente da maestro ad allievo per millenni. La ricerca del suono interiore avviene attraverso l’esposizione e la pratica di esercizi vocali e di meditazione sul suono, la dizione, il canto di mantra e l’uso del canto su particolari scale melodiche, “Raga”, forme musicali classiche dell’India.
Velka-Sai è professionista di questa disciplina, la sua vocazione è di utilizzare il dono della sua voce a toccare e curare chi l’ascolta, attraverso il sound healing e la voice therapy, utilizzando il canto antico e i suoi strumenti ancestrali.

LO TROVATE NEL PADIGLIONE 2

CREAZIONE DEL KAKEMONO

Vivere le attività creative di Palazzo Roverella insieme a tutta la famiglia. Con i nuovi laboratori ideati in occasione della mostra Giapponismo, bambini e ragazzi hanno la possibilità di scoprirsi artisti, attraverso un percorso immersivo studiato apposta per loro. Tra esperienze giocose tutte da provare, crea anche tu la tua opera ispirata al fascino dell’oriente. Come è in uso nelle case giapponesi, festeggia una speciale ricorrenza appendendo alla parete un originale Kakemono. Crealo catturando luoghi e soggetti della tradizione orientale.

Tecnica: applicazione di elementi decorativi su carte preziose

LO TROVATE NELL’AREA GIAPPONE, PADIGLIONE 1

PROGETTO DI VENTAGLIO GIAPPONESE

Lasciati ispirare dalle immagini esotiche di un oriente lontano, grazie alle attività creative di Palazzo Roverella. Realizza una raffinata decorazione a lunetta, progetto per un ventaglio di gusto giapponese: il “Sensu”.

Tecnica: decorazione pittorica su carta giapponese

LO TROVATE NELL’AREA GIAPPONE, PADIGLIONE 1

CORSO ORIGAMI CON KIYOKO

 La maestra giapponese Kiyoko Miyagoshi insegnerà al pubblico che si prenoterà due antiche tecniche giapponesi: l’Origami e il Furoshiki. L’Origami è l’arte di piegare la carta per far nascere fiori, animali e tanto altro; mentre con il Furoshiki

LO TROVATE NELL’AREA GIAPPONE, PADIGLIONE 1

IL FANTASMA DI OIWA

Attività creative di Palazzo Roverella insieme a tutta la famiglia. Con i nuovi laboratori di ideati in occasione della mostra Giapponismo. Si racconta che in Giappone spiriti e fantasmi si nascondano dentro oggetti di uso quotidiano, animandoli e trasformandoli in maschere mostruose. A partire da una lanterna costruiamo insieme il leggendario fantasma di Oiwa in un laboratorio ispirato ai Manga di Hokusai. 

Tecnica: decorazione grafico pittorica e collage su lanterna.

LO TROVATE NELL’AREA GIAPPONE, PADIGLIONE 1

CORSO DI BACCHETTE CINESI

La maestra Li Jinge insegnerà come tenere in mano le bacchette e come afferrare piccoli oggetti di diverse dimensioni.

Proveniente dalla provincia dello Hunan, la sua specializzazione accademica è il turismo; in Cina ha già
avuto occasione di fare da accompagnatrice turistica per piccoli gruppi, è felice di presentare la Cina agli
ospiti del Festival dell’Oriente. All’interno della fiera, la ragazza propone dei giochi per allenare la manualità
con le bacchette cinesi, chi è disposto a partecipare può ricevere un piccolo regalo.

  Insegnante: Zhang Weijia

LO TROVATE NELL’AREA CINA, PADIGLIONE 3

CERIMONIA DEL TE’

Partecipare alla Cerimonia del tè cinese non è mai stato così semplice! Al Festival dell’Oriente avrete la possibilità, previa prenotazione, di prendere parte alla tradizionale cerimonia del tè cinese, affiancati da maestre cinesi specializzate in questa antica tradizione.

LO TROVATE NELL’AREA CINA, PADIGLIONE 3

TEATRO DELLE OMBRE CINESI

Il teatro d’ombre è una antica forma di spettacolo popolare, realizzato proiettando figure articolate su uno schermo opaco, semitrasparente, illuminato posteriormente per creare l’illusione di immagini in movimento.,Il teatro cinese ha origini antichissime. Fino,all’introduzione in Cina dei generi teatrali occidentali, alla fine del XIX secolo, il teatro cinese ha in gran parte coinciso con la cosiddetta opera cinese, che si è sviluppata in una miriade di generi diffusi nelle varie province della Cina.

Jin ed Aurora vi intratterranno con il loro bellissimi spettacoli che si svolgeranno tutti i giorni alle ore 11.00 – 15.00 – 19.00

LO TROVATE NELL’AREA CINA, PADIGLIONE 3

MONACI SHAOLIN

Il tempio Shaolin risale a 1.500 anni fa, durante la dinastia Wei del Nord in Cina. La leggenda narra che nel VI secolo, Boddhidarma, un principe proveniente dal Sud dell’India, avesse attraversato il fiume Yangtze navigando su un singolo stelo di canna. Arrivò al tempio Shaolin per prestare servizio come abate e vi stabilì gli insegnamenti del Buddismo Zen. Nel corso del tempo, si formò inoltre una definita tradizione di arti marziali.

Ai giorni nostri il tempio Shaolin rappresenta il cuore dello Zen cinese. In tutto il mondo viene anche considerato sinonimo di kungfu o di arti marziali cinesi.

Saranno presenti i ZHAO JIAN, ZHAO KANG, GUO WENBIN, MA HAOFENG per maggiori informazioni QUI

LO TROVATE NELL’AREA CINA, PADIGLIONE 3

LEZIONI DI ARTI MARZIALI

Le più grandi scuole di Arti Marziali a disposizione dei visitatori del Festival dell’Oriente! Partecipare a lezioni aperte e dimostrazioni di Arti Marziali non è mai stato così semplice! Karate, Ju Jitsu, Kickboxing,Kung Fu, Tai Chi e tantissime altre discipline potranno essere provate durante il festival, prima o dopo le esibizioni dei vari maestri sul palco.

Per iscriversi maggiori informazioni QUI

AREA CULTURALE VIETNAM 

I vietnamiti si raccontano ancora oggi come figli del dragone e della fata. E la loro tradizione è ricchissima di miti e leggende sugli arbori del Regno dei Viet, sulla formazione dei paesaggi naturali, su eroi ed eroine che incarnano gli ideali e i valori di una civiltà ricca e multietnica, nata più di 2700 anni fa e cresciuta nella fertile interdipendenza fra popolazioni di origine malayo-polinesiana, mongola e sino-tibetana. Al Festival dell’Oriente potrete visitare l’area culturale dedicata in cui gli artisti provenienti dal Vietnam vi faranno conoscere le tradizioni, usi e folklore di questa affascinante nazione.

LO TROVATE NELL’AREA VIETNAM, PADIGLIONE 4

TEATRO VIETNAMITA: LE MARIONETTE SULL’ACQUA

La tradizione del teatro delle marionette sull’acqua sarà presente al Festival per emozionarvi con il suo caratteristico spettacolo. L’esibizione del teatro di marionette di Hanoi è un’antica arte vietnamita che utilizza pupazzi in un ambiente acquatico, accompagnati da musica tradizionale con tamburi, campagne di legno, corna, flauti di bambù e piatti. Lasciatevi travolgere dalla particolarità di questo affascinante spettacolo.

Spettacoli disponibili tutti i giorni alle
12.00
13.00
14.00
15.00
16.00
LO TROVATE NELL’AREA VIETNAM, PADIGLIONE 4

AREA CULTURALI DELLA COREA DEL SUD

In collaborazione con la Korean Music & Folklore Association, direttamente dalla Korea decine di artisti solcheranno la scena al Festival dell’Oriente con una attività variegata e rappresentativa delle maggiori tradizioni folkloristiche, musicali ed artistiche di questo meraviglioso paese.

In ocacsione del festival sarà allestita un’area dedicata in cui potrete trovare un angolo di Korea.

Un’opportunica unica di conoscere e toccare da vicino le bellezze di questa terra.

LA TROVATE NEL PADIGLIONE 4

 

CONTENUTI ED ATTIVITÀ AREA COREA:

 

DANZE TRADIZIONALI

Grazie al prezioso contributo della “Korean Music Management”, avrete la possibilità di ammirare la coloratissima e suggestiva danza tradizionale Coreana.

Proposta da un gruppo di talentuose danzatrici Coreane ed articolata in varie coreografie, che contribuiranno a rappresentare l’eleganza e la solennità tipica di questi balli. Danze che simboleggiano i fiori, la femminilità, la bellezza, eseguite con i meravigliosi abiti tradizionali e con il supporto di elementi coreografici quali i ventagli o il tamburello Sogo-

LE TROVATE SUI PALCHI E NELL’AREA COREA, PADIGLIONE 4

 

TALBANG – LE MASCHERE KOREANE

Grazie alla presenza deI grandI artisti di fama internazionale Jung Sung Am e Kim Su Young, direttamente dalla Corea, sarà possibile conoscere ed avvicinarsi ad un vero e proprio laboratorio rappresentativo delle maschere più rappresentative della Corea, le famosissime “Ha Hae” intarsiate nel legno. Jung Sung Am e Kim Su Young sono considerati tra gli artisti coreani più famosinel mondo! Queste maschere vengono prodotte a Seoul da oltre 40 anni, la loro produzione è fatta rigorosamente a mano utilizzando legno Tilia, essiccato per oltre un anno. Un’occasione, questa, assolutamente da non perdere, per assistere dal vivo alla creazione di una delle più antiche e belle tradizioni della Corea!

 

HANBOK – ABITI TRADIZIONALI COREANI

Vestire l’Hanbok non sarà più solamente un sogno! Per la prima volta in Italia, grazie alla presenza di “Hanbok Shop”, questo tipico abito coreano sarà a disposizione di tutto il pubblico del Festival dell’Oriente che avrà voglia di provarlo e, perchè no, di farsi scattare foto per ricordare per sempre questo momento! Un abito che combina bellezza e praticità, molto usato fino agli anni ‘60 e poi diffuso anche in Occidente. Un’occasione da cogliere al volo! Al vostro arrivo al Festival dell’Oriente seguite le indicazioni sulla piantina che troverete all’ingresso e recatevi all’area culturale della Korea. Qui troverete addetti all’area che vi mostreranno come indossare l’Hanbok.

Un’altra prima assoluta al Festival dell’Oriente!

 

ESPOSIZIONE BAMBOLE

Le prime bambole coreane sono immagini in terracotta. Con lo sviluppo della civiltà moderna, le bambole persero il loro connotato simbolico di figure magiche diventando oggetti per il gioco e per l’apprezzamento estetico. Di conseguenza l’aspetto decorativo è diventato più importante ed esse vengono principalmente usate come giocattoli o come ornamenti rappresentative degli aspetti e stili di vita coreani.

Al Festival potrete ammirare l’esposizione di queste tenerissime creazioni nelle loro espressioni di buona educazione e grazia.

 

ESPOSIZIONE STRUMENTI MUSICALI

Nell’area dedicata alla Korea troverete un’interessante mostra dedicata ai principali strumenti musicali della tradizione.

Il changgu un tamburo con un corpo a clessidra e due estremità ricoperte di cuoio. Strumento della musica contadina. Il hyangp’iri che gioca un ruolo guida nei concerti, il sep’iri, il t’aep’yŏngso utilizzato per la musica buddista e quella contadina, il taepyeongso strumento a fiato e tanti altri che potrete ammirare da vicino nela mostra dedicata.

 

ESPOSIZIONE VASI

La ceramica coreana appare nelle culture del Paleolitico, sono forme semplici, con leggeri rilievi che facilitano la presa. Basti pensare che la ceramica cinese deriva proprio da quella della Korea!

Ebbene al Festival dell’Oriente all’interno dell’area culturale coreana potrete trovare alcuni vasi in ceramica provenienti direttamente dalla Korea.

 

 

ESPOSIZIONE VENTAGLI

A differenza dei ventagli occidentali, i ventagli tradizionali coreani mettono in risalto la bellezza delle linee più semplici. Il ventaglio piatto è fatto di carta e di bambù. I ventagli erano già in uso nella penisola coreana attorno al terzo o quarto secolo a.C.

Con l’invenzione della carta i ventagli coreani divennero opere d’arte con una varietà di forme e di tecniche. Tanto che i possessori ingaggiavano famosi artisti o scrittori per far dipingere sui ventagli paesaggi, opere calligrafiche o poesie. Potrete ammirare la bellezza di queste opere direttamente al Festival dell’Oriente ove troverete una mostra dedicata ai ventagli koreani ed alla loro storia.

 

…..e molto altro!