COREA DEL SUD

In collaborazione con la Korean Music & Folklore Association, direttamente dalla Korea decine di artisti solcheranno la scena al Festival dell’Oriente con una attività variegata e rappresentativa delle maggiori tradizioni folkloristiche, musicali ed artistiche di questo meraviglioso paese.

In ocacsione del festival sarà allestita un’area dedicata in cui potrete trovare un angolo di Korea.

Un’opportunica unica di conoscere e toccare da vicino le bellezze di questa terra.

 

CONTENUTI ED ATTIVITÁ

 

DANZE TRADIZIONALI

Grazie al prezioso contributo della “Korean Music Management”, avrete la possibilità di ammirare la coloratissima e suggestiva danza tradizionale Coreana.

Proposta da un gruppo di talentuose danzatrici Coreane ed articolata in varie coreografie, che contribuiranno a rappresentare l’eleganza e la solennità tipica di questi balli. Danze che simboleggiano i fiori, la femminilità, la bellezza, eseguite con i meravigliosi abiti tradizionali e con il supporto di elementi coreografici quali i ventagli o il tamburello Sogo;

TALBANG – LE MASCHERE KOREANE

Grazie alla presenza deI grandI artisti di fama internazionale Jung Sung Am e Kim Su Young, direttamente dalla Corea, sarà possibile conoscere ed avvicinarsi ad un vero e proprio laboratorio rappresentativo delle maschere più rappresentative della Corea, le famosissime “Ha Hae” intarsiate nel legno. Jung Sung Am e Kim Su Young sono considerati tra gli artisti coreani più famosinel mondo! Queste maschere vengono prodotte a Seoul da oltre 40 anni, la loro produzione è fatta rigorosamente a mano utilizzando legno Tilia, essiccato per oltre un anno. Un’occasione, questa, assolutamente da non perdere, per assistere dal vivo alla creazione di una delle più antiche e belle tradizioni della Corea!

 

HANBOK – ABITI TRADIZIONALI

Vestire l’Hanbok non sarà più solamente un sogno! Per la prima volta in Italia, grazie alla presenza di “Hanbok Shop”, questo tipico abito coreano sarà a disposizione di tutto il pubblico del Festival dell’Oriente che avrà voglia di provarlo e, perchè no, di farsi scattare foto per ricordare per sempre questo momento! Un abito che combina bellezza e praticità, molto usato fino agli anni ‘60 e poi diffuso anche in Occidente. Un’occasione da cogliere al volo! Al vostro arrivo al Festival dell’Oriente seguite le indicazioni sulla piantina che troverete all’ingresso e recatevi all’area culturale della Korea. Qui troverete addetti all’area che vi mostreranno come indossare l’Hanbok.

Un’altra prima assoluta al Festival dell’Oriente!

 

ESPOSIZIONE BAMBOLE

Le prime bambole coreane sono immagini in terracotta. Con lo sviluppo della civiltà moderna, le bambole persero il loro connotato simbolico di figure magiche diventando oggetti per il gioco e per l’apprezzamento estetico. Di conseguenza l’aspetto decorativo è diventato più importante ed esse vengono principalmente usate come giocattoli o come ornamenti rappresentative degli aspetti e stili di vita coreani.

Al Festival potrete ammirare l’esposizione di queste tenerissime creazioni nelle loro espressioni di buona educazione e grazia.

 

ESPOSIZIONE STRUMENTI MUSICALI

Nell’area dedicata alla Korea troverete un’interessante mostra dedicata ai principali strumenti musicali della tradizione.

Il changgu un tamburo con un corpo a clessidra e due estremità ricoperte di cuoio. Strumento della musica contadina. Il hyangp’iri che gioca un ruolo guida nei concerti, il sep’iri, il t’aep’yŏngso utilizzato per la musica buddista e quella contadina, il taepyeongso strumento a fiato e tanti altri che potrete ammirare da vicino nela mostra dedicata.

 

ESPOSIZIONE VASI

La ceramica coreana appare nelle culture del Paleolitico, sono forme semplici, con leggeri rilievi che facilitano la presa. Basti pensare che la ceramica cinese deriva proprio da quella della Korea!

Ebbene al Festival dell’Oriente all’interno dell’area culturale coreana potrete trovare alcuni vasi in ceramica provenienti direttamente dalla Korea.

 

ESPOSIZIONE VENTAGLI

A differenza dei ventagli occidentali, i ventagli tradizionali coreani mettono in risalto la bellezza delle linee più semplici. Il ventaglio piatto è fatto di carta e di bambù. I ventagli erano già in uso nella penisola coreana attorno al terzo o quarto secolo a.C.

Con l’invenzione della carta i ventagli coreani divennero opere d’arte con una varietà di forme e di tecniche. Tanto che i possessori ingaggiavano famosi artisti o scrittori per far dipingere sui ventagli paesaggi, opere calligrafiche o poesie. Potrete ammirare la bellezza di queste opere direttamente al Festival dell’Oriente ove troverete una mostra dedicata ai ventagli koreani ed alla loro storia.